Mik e Gabbo Cosentino: quando sport e impresa si uniscono.

Ciao, oggi voglio parlarti di una storia che ti insegna a non mollare mai, soprattutto quando sei sull’orlo del tracollo.
Le storie sono due a dire la verità, quelle di Mik e di Gabbo, due fratelli che di professione fino a poco fa facevano i nuotatori e la cui vita è cambiata di molto soprattutto nell’ultimo anno.

mik+gabbo1Ti racconto qualcosa su di loro.
Mik è stato un nuotatore italiano professionista, da poco non più attività. Ha vinto oltre 5 Titoli Italiani assoluti e la sua specialità sono i 200 farfalla.

In seguito ad un infortunio nel 2009, che avrebbe potuto bloccarlo e destabilizzarlo, ha preso consapevolezza dei limiti ma anche delle opportunità ed è riuscito a recuperare come atleta, ma non solo, ha migliorato se stesso anche come persona, ed ha intrapreso la strada da imprenditore.
Approfittando quindi di un periodo di forzata inattività dallo sport ha sviluppato abilità che prima non conosceva: in 2 anni ha costruito 2 aziende sportive, ha messo energie in un progetto di Network Marketing che ad oggi gli porta entrate automatiche, in costante aumento, che gli hanno permesso di affrontare con serenità la sua professione sportiva di nuotatore, fino alla fine.
Gabbo, come il fratello Mik, è stato un atleta di professione: nuotatore della Nazionale Italiana di Nuoto e ha puntato a qualificarsi alle ultime Olimpiadi di Rio.
Dopo il trasferimento a Roma e un periodo difficile sotto vari fronti, ha deciso di dare un impulso diverso alla sua vita, e per sostenersi come atleta ha pensato che qualcosa doveva cambiare.
Allora ha cominciato ad incuriosirsi sul Business On Line, ha iniziato a studiare, a fare corsi e ad investire il suo tempo per costruire la sua felicità e far crescere le sue idee imprenditoriali.
Grazie a un processo di formazione costante, determinazione e buona volontà (quella non manca mai) ha aperto delle società con il fratello Mik e oggi può tranquillamente dire che quei momenti difficili gli sono serviti, lo hanno scosso e gli hanno fatto mettere in movimento: creatività, idee, progetti di lavoro.

mikegabbonePerché ti ho voluto raccontare la storia di questi due giovani atleti/imprenditori?

Perché voglio che sia uno stimolo per fare questo ragionamento:
– non vittimizzarti, se sei in una situazione difficile è quello il momento in cui devi raccogliere tutte le tue energie e cambiare le tue prospettive di vita;
– non rinunciare ai tuoi progetti migliori per paura di non farcela. Lo schema mentale che ti fa temere il risultato alimenta il fallimento stesso;
– non ascoltare chi cerca di bloccarti e chi vede solo gli ostacoli ma non fornisce mai soluzioni su come aggirarli;

– ragiona in modo pratico e intelligente: individua sempre i metodi migliori per realizzare qualcosa;
– non rimandare le scadenze: fissare date per gli obiettivi ti permette di agire in modo sistematico e costante.

Cosa voglio dirti con questa testimonianza?

Che i momenti di difficoltà ti devono portare a reagire e a trovare nuova forza. Devi essere allenato ai periodi di crisi, che inevitabilmente accadono.
Voglio chiudere con queste parole di Mik che mi sono piaciute particolarmente:
“Non importa quanto sarà grande la tua sfida.
Non importa se pensi di farcela o di non esserne assolutamente in grado.
Nulla ha senso in quel momento…
Perché:  Più grande è lo sforzo, più grande è la lotta… E più glorioso sarà il trionfo.”

 

Scopri Psyquest® in ambito sportivo per attivare il tuo potenziale

pulsante-scopri

Facebooktwittergoogle_pluslinkedin
Pubblicato in Ambito aziendale, Ambito sportivo Taggato con: , , , , , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se accetti, chiudi questo banner o prosegui la navigazione acconsenti all'uso dei cookies. Info cookies

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi