Continuare a STUDIARE o andare a LAVORARE? Ecco come ti svelo il DILEMMA dei giovani di oggi.

studiare o lavorare600

Ti sei mai chiesto se per te è meglio lavorare o continuare a studiare?

Ecco come ti svelo il più grande dei dilemmi dei giovani di oggi: continuare a studiare o andare a lavorare? Anche se le possibilità economiche della famiglia di appratenenza sono buone.

E’ meglio studiare e laurearsi in fretta, o iniziare a dare esperienza con lavoretti mentre si studia?

Se ti butti a capofitto nello studio segui una logica data dai libri, professori e dall’università. Ma quanto è distante poi la realtà del lavoro oggi?
Che ne sa uno studente di stress da produzione, stipendio che non basta mail, il responsabile sul lavoro e demotivazione imposta da regole di orari che non puoi poi gestire come vuoi tu?

Se ti piace studiare, allora studia all’infinito, diventa ricercatore e fai del tuo studio una fonte di produttività e reddito.
Ma se pensi che quello che studi ti agevoli nel lavoro attuale per guadagnare di più, o raggiungere status differenti, forse è bene che fai una riflessione insieme a me, e che per prima cosa pensi un po’ a ciò che desideri essere.

Prova per un momento a pensare al tuo lavoro come un’espressione della tua persona,
pensa a come vuoi essere percepito , pensa a quale attività ti gratificherebbe prima come persona che nello stipendio?
Ma perché ti dico questo?

Te lo dico perché è nei momenti di crisi che le tue scelte vincono.

Riuscirai a superare difficoltà e ostacoli, in modo proporzionale a quanto farai un’attività che ti rappresenta, e prima di tutto nell’essere una persona che nelle cose che fa, è in armonia con i suoi desideri più intimi.

Se trovi un’attività che ti rappresenta, il mio consiglio è quello di iniziare subito ad essere autonomo e produttivo.
Ci vuole tempo per diventare produttivi e soprattutto autonomi economicamente.

Ti consiglio anche di non smettere mai di studiare e di apprendere, primo perché le informazioni girano più velocemente oggi e sono alla portata di tutti, secondo perché conoscere sempre cose nuove ti aiuta a fronteggiare il futuro con maggiore fiducia.

Ora più che mai il mondo lavorativo privilegia chi si specializza di più, perché è nella specializzazione che ti puoi differenziare dagli altri.

Allora per cominciare fatti queste domande:

– quali sono le mie caratteristiche?
– quali i miei punti forti?
– quali le mie aree più deboli?
– quale tipologia di attività lavorativa mi metterebbe in condizione di esprimermi al meglio?

– che caratteristiche deve avere?
– quali criteri mi impongo per scegliere una attività e dire di no ad un’altra?
– come vorrei vedermi tra 5 anni?

Non tradire i tuoi desideri più intimi ma impara a gestire al meglio le tue caratteristiche, scopri Psyquest, il sistema semplice, pratico e veloce che ti aiuta a capire i tuoi punti forti e accettare i tuoi limiti

pulsante-scopri

Facebooktwittergoogle_pluslinkedin

Pubblicato in Ambito familiare Taggato con: , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se accetti, chiudi questo banner o prosegui la navigazione acconsenti all'uso dei cookies. Info cookies

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi